Menu Chiudi

Basilico super rigoglioso a settembre: i segreti per conservarlo fino all’autunno

basilico rigoglioso a settembre

Amate il basilico, ma avete difficoltà a mantenerlo in buona salute fino all’autunno? Scoprite l’infallibile per un basilico rigoglioso anche a settembre.


Il basilico è più di un semplice herbe aromatique; è un incontournable nelle nostre cucine e nei nostri giardini. Ma come fare in modo che questa delicata pianta sopravviva oltre l’estate? Ecco alcuni consigli pratici.

Perché il basilico appassisce a settembre

Il basilico è una pianta particolarmente sensibile agli sbalzi di temperatura. A settembre, la pianta inizia spesso a dare segni di debolezza. Lo shock è la causa principale, soprattutto se avete acquistato il basilico al supermercato. Questo shock termico può essere aggravato dalle oscillazioni di temperatura tra il giorno e la notte, rendendo la pianta più vulnerabile allo scolorimento e alle malattie.

Come mantenere il basilico in salute fino all’autunno

Conservare un basilico in buona salute a settembre può sembrare un problema, ma con alcune semplici astuzie potete facilmente prolungare la vita di questa erba aromatica. Uno degli aspetti più critici da considerare è la gestione della temperatura. Il basilico è una pianta che ama il calore, e un brusco cambiamento di temperatura può essergli fatale.


Giocate con le temperature:

Se le temperature esterne iniziano a scendere, soprattutto di notte, è bene spostare il basilico all’interno. Trovate un posto vicino a una finestra dove la pianta possa beneficiare della luce naturale durante il giorno. La sera, assicuratevi che la stanza rimanga a temperatura costante per evitare uno shock termico.


Consigli per una pianta di basilico rigogliosa:

Prima di presentare questo elenco, è bene ricordare che questi consigli sono semplici da mettere in pratica e molto efficaci per mantenere il basilico in salute.

  • Luce e aria: il basilico ha bisogno di molta luce e aria fresca per prosperare. Posizionatelo vicino a una finestra ben ventilata per massimizzare questi due elementi essenziali.
  • Temperatura: il basilico preferisce una temperatura ambiente compresa tra 20 e 25 gradi. Se la temperatura scende al di sotto di questa soglia, considerate la possibilità di coprire la pianta con un tessuto leggero come una rete di nylon per proteggerla dal freddo.
  • Rimuovere i boccioli: se notate che il vostro basilico sta iniziando a produrre boccioli o fiori, rimuoveteli immediatamente. In questo modo la pianta potrà concentrare le proprie energie sulla crescita delle foglie, essenziale per una pianta di basilico rigogliosa.
  • Innaffiate moderatamente: troppa acqua può causare il marciume delle radici. Innaffiate il basilico quando il terreno è asciutto al tatto, ma evitate di saturarlo.
  • Ruotare la pianta: per una crescita uniforme, ruotate regolarmente la pianta in modo che tutte le parti ricevano la stessa quantità di luce.

Il ruolo del terriccio e del fertilizzante

La scelta del terriccio e del concime è spesso trascurata, ma svolge un ruolo fondamentale per la salute e la longevità del basilico. Un buon terriccio fornisce le sostanze nutritive essenziali di cui la pianta ha bisogno, mentre il concime giusto può migliorare la qualità e la quantità delle foglie.

  • Scegliere il terriccio giusto

Scegliete un terriccio di qualità, che dreni bene e sia ricco di materia organica. Il terriccio dovrebbe anche essere leggermente acido, con un pH compreso tra 6 e 7, per favorire l’assorbimento dei nutrienti.


  • Il concime ideale

Per quanto riguarda i fertilizzanti, il basilico ha esigenze specifiche. L’ideale è un concime ricco di potassio e povero di azoto. Il potassio favorisce la crescita delle foglie e la fioritura, mentre un eccesso di azoto può portare a una crescita eccessiva del fusto a scapito delle foglie.

Concimi naturali per il vostro basilico

Prima di presentare questo elenco, è importante sottolineare che questi fertilizzanti sono naturali al 100% e possono essere facilmente preparati in casa.


  • Fondi di caffè: i fondi di caffè sono una ricca fonte di azoto, fosforo e altri micronutrienti. Possono essere mescolati direttamente al terreno o utilizzati come compost.
  • Cenere di legno: ricca di potassio e calcio, la cenere di legno può essere cosparsa sul terreno per migliorarne la qualità. Tuttavia, usatela con parsimonia perché può aumentare il pH del terreno.
  • Lievito: il lievito è ricco di fosforo e azoto, che possono contribuire ad arricchire il terreno. Potete preparare una miscela di lievito e acqua e usarla per innaffiare il basilico.
  • Gusci d’uovo: schiacciate alcuni gusci d’uovo e aggiungeteli al terreno. Forniscono calcio, che può contribuire a rafforzare le pareti cellulari della pianta.
  • Tè di compost: questo fertilizzante liquido è ricco di sostanze nutritive e può essere usato per innaffiare la pianta o spruzzato sulle foglie.
Basilico a settembre
foto © stock.adobe

Seguendo questi consigli sulla scelta del terriccio e del concime e utilizzando fertilizzanti naturali, aumenterete notevolmente le possibilità di mantenere il vostro basilico sano e rigoglioso fino all’autunno.

Mantenere il basilico in salute a settembre non è un compito impossibile. Con questi consigli e trucchi, potrete godervi il vostro basilico fino all’arrivo dell’autunno.