Menu Chiudi

Come far germogliare un magnifico pino in miniatura da una pigna: ecco la semplice guida

Come far germogliare un magnifico pino in miniatura da una pigna
CONDIVIDI SU:


Serviranno soltanto un vaso e una pigna per far crescere in casa un autentico pino in miniatura. Fin dall’antichità si credeva che questo albero sempreverde fosse un forte talismano in grado di proteggere dalle forze del male. Per questo motivo, il pino è una scelta eccellente per le decorazioni natalizie, che potrebbero essere realizzate da voi insieme magari vostri figli. Vediamo insieme questa piccola guida.


 

Ecco come far crescere un piccolo pino partendo da un pigna: la guida

A casa, non dovreste avere troppe difficoltà a far germogliare i semi di una pigna. Tutto ciò che serve è una giovane pigna fresca e non aperta, del terriccio e un contenitore in cui piantarla. È indispensabile che la pigna rimanga chiusa, poiché una volta aperta non conterrà più i semi e quindi non potrà germogliare. Troverete sempre semi di qualità migliore all’interno delle pigne più piccole.

Dopo averla pulita a fondo per rimuovere eventuali insetti o funghi presenti, la pigna può finalmente essere collocata nel vaso, anche intera, per un aspetto indubbiamente bellissimo. Ma esaminiamo insieme, passo dopo passo, il processo di germinazione di una pigna per poterne far crescere un piccolo pino.



 

Trovare la nostra piccola pigna

Affinché una pigna possa germogliare in un nuovo alberello di pino, è necessario selezionarla quando è ancora chiusa e, di conseguenza, quando contiene ancora tutti i suoi semi. I semi contenuti nelle pigne più piccole sono di qualità superiore. Si consiglia di trovare più di una pigna per essere preparati alla possibilità che alcune di esse non siano adatte.


Come fare germogliare un piccolo pino in una una pigna.
© stock.adobe

 

Come lavare la pigna

Una volta raccolta, la pigna deve essere sottoposta a un accurato processo di lavaggio con una soluzione composta da acqua, zolfo di calce e polisolfuro di calcio. Questo lavaggio elimina la possibilità che funghi o parassiti sopravvivano all’interno della pigna.

pigna giovane
© stock.adobe

 

Asciugare la pigna

Dopo essere stata pulita, la pigna deve essere conservata in un luogo asciutto in modo che possa iniziare ad aprirsi e a rivelare i suoi semi. Quelli di colore più scuro sono i semi più preziosi. Se volete che si sviluppino all’interno della pigna, dovete saltare la fase di asciugatura della pigna e metterla nel terreno il prima possibile dopo averla pulita. In questo modo si avranno le migliori probabilità di successo.



© stock.adobe

 

Posizionare la pigna all’interno del vaso

Arrivato a questo punto, si deve mettere la pigna nel contenitore dove c’è già del terriccio. La parte inferiore della pigna deve essere l’unica interrata, mentre il resto deve essere mantenuto in superficie.


© stock.adobe

 

Come innaffiare la pigna

Il terreno in cui è stata piantata la pigna deve essere annaffiato ogni giorno, ma bisogna fare attenzione a non esagerare con l’acqua per evitare che questa ristagni e faccia marcire la pigna.


© stock.adobe

 

Aspettare la germogliatura

La pigna dovrebbe iniziare a mostrare i primi germogli poche settimane dopo il rinvaso e in breve tempo un giovane alberello di pino crea un aspetto incantevole nel vaso.


 

Guarda anche > Un alberello fai da te con le pigne: 9 idee creative per Natale



 

Segui Design in Casa su

TI POTREBBE PIACERE