Menu Chiudi

Le piante da interno pendenti più scenografiche per decorare mensole e ripiani

Varietà di piante pendenti.
CONDIVIDI SU:


Appendere dei vasi agganciati al soffitto oppure disporli su scaffali e mensole risulta molto decorativo, ma è necessario scegliere le specie botaniche giuste. Scopriamo insieme alcune piante da interno pendenti particolarmente scenografiche.


 

6 varietà di piante pendenti per decorare mensole e ripiani

Le piante ricadenti creano delle bellissime cascate di verde dentro casa e durante la fioritura donano un bel tocco di colore agli ambienti interni. Chi abita in un appartamento con un soffitto alto, può approfittare di questa caratteristica per disporre dei ganci ai quali appendere vasi legati con corde, dall’effetto bucolico e romantico.

Non tutte le piante garantiscono lo stesso effetto “wow” ed è necessario conoscere le caratteristiche delle pendenti più belle, prima di procedere all’acquisto. Di seguito, vediamo le più rinomate e facili da coltivare in casa.



Varietà di piante pendenti.

 

L’edera comune o hedera helix

Partiamo dall’edera, una delle piante più conosciute e utilizzate all’interno degli appartamenti. Molti la scelgono perché è piuttosto robusta e non necessita di molte cure ed è perfetta per decorare mensole e scaffali che si trovano in alto, poiché i rami colmi di fogliame tendono a crescere molto in lunghezza con un portamento ricadente verso il basso.

Ha bisogno di luce ma non si deve posizionare in un luogo esposto direttamente ai raggi solari.

 

Decorare la casa con le piante di felce

La felce è una pianta antichissima ed è caratterizzata dalle foglie sottili e lunghe fino a un metro. Ne esistono diverse varietà, tutte adatte a essere posizionate su ripiani alti, dai quali il fogliame ricadente farà molto effetto a livello visivo.



Deve crescere in ambienti piuttosto umidi e non esposti alla luce diretta del sole.

 

Senecio rowleyanus o pianta del rosario

Al contrario delle prime due, il senecio rowleyanus è una pianta succulenta che predilige l’esposizione alla luce del sole. È detto anche pianta collana o pianta del rosario per via delle lunghe file di foglie a sfera che sembrano collane di perle.


Uno dei vantaggi di questa pianta è che resiste bene alla siccità, dunque non necessita di cure e irrigazioni frequenti.


 

L’oxalis triangularis, la pianta color melanzana

Se insieme alle piante decorative da interni caratterizzate dalle classiche foglie di colore verde volete un elemento cromatico differente, potete orientarvi su un’altra pianta pendente, ovvero l’oxalis triangularis.

Questa pianta ha delle particolari foglie che ricordano farfalle, di colore violaceo. Ha bisogno di una buona illuminazione e irrigazioni abbondanti.


 

Una casa antistress con il rhipsalis

Il rhipsalis oltre ad essere facile da coltivare e mantenere ed estremamente decorativo, è una pianta dal potere antistress. Ha foglie allungate e prive di spine, pur trattandosi di un cactus e i suoi rami ricadenti tendono a intrecciarsi creando simpatici disegni. Produce anche dei graziosi fiorellini di colore bianco.


 

Credits photos © stock.adobe

 

Guarda anche: Le piante adatte ad un appartamento con poca luce